Ultima modifica: 1 aprile 2015

AIF – Chi siamo

logo aif

Che cos’è

· Come recita l’articolo 1 dello Statuto, “l’Associazione per l’Insegnamento della Fisica (AIF) è un’associazione senza fini di lucro, che ha lo scopo di migliorare e rivalutare l’insegnamento della fisica e di contribuire ad elevare il livello della cultura scientifica in Italia.”

· Per queste ragioni “stampa e diffonde pubblicazioni a carattere didattico e culturale e organizza attività di aggiornamento e di formazione insegnanti” (dal maggio 2002, l’Associazione è inserita nell’elenco dei “soggetti qualificati” presso il MIUR per la formazione del personale della scuola). Annualmente, l’AIF organizza anche “convegni e congressi ed effettua tutte le iniziative atte a conseguire lo scopo” sociale.

Chi ne fa parte

· Tutti coloro che siano interessati alla didattica delle discipline scientifiche ed in particolare a quella della fisica ne possono far parte: basta pagare la quota sociale (attualmente 35,00 € per i soci ordinari, da versare sul c.c.p. 12428041 intestato ad Associazione Insegnamento Fisica – A.I.F. c/o IPSIA “L. da Vinci”, via Spolverina 11 – 46100 MANTOVA). Gli studenti, in quanto soci aggregati, pagano 17,00 €.

· Esistono poi i soci onorari, cioè quelli associati “honoris causa” (i soci onorari non sono obbligati al pagamento della quota sociale).

· C’è poi il modo di associare anche le scuole, le biblioteche e gli istituti, in quanto è prevista la figura del socio collettivo (la quota sociale è uguale a quella dei soci ordinari).

· Infine esiste la posizione di socio sostenitore (la si ottiene con il pagamento di una quota di 55,00 € o superiore). I soci residenti all’estero devono aggiungere un contributo di 6,00 € per le maggiori spese postali.

Come è strutturata

· La struttura portante (vedi art.6 dello Statuto) è l’Assemblea dei Soci, che viene “governata” (ovviamente in senso lato) da un Consiglio Direttivo, eletto dalla stessa assemblea ogni tre anni.

· L’Assemblea dei Soci è formata dai soci onorari ed ordinari.

· Il Consiglio Direttivo è formato da un Presidente, un Vicepresidente e 7 Consiglieri.

· Esistono poi dei Gruppi di Lavoro nazionali che gestiscono le attività ordinarie dell’A.I.F. (Come le pubblicazioni, i corsi di aggiornamento, le Olimpiadi di Fisica).

· Altri gruppi di lavoro nazionali nascono occasionalmente per rispondere a particolari esigenze interessanti per l’Associazione. Questi gruppi sono coordinati da un responsabile e lavorano su temi di rilevante interesse come ad esempio il rinnovamento dei programmi di fisica, l’inserimento della storia della fisica nella didattica disciplinare, l’insegnamento coordinato di chimica e fisica nel laboratorio, l’insegnamento della fisica negli Istituti Professionali per l’Industria e l’Artigianato (IPSIA).

· Infine i soci sono di solito organizzati in Sezioni che, allo stato attuale, sono ben 52 su tutto il territorio nazionale.

Che cosa sono le Sezioni

· In base all’articolo 15 dello Statuto, “in qualunque località si trovino o si possano facilmente riunire almeno otto soci, questi possono costituirsi in Sezione, con proprio regolamento interno” (che ovviamente non potrà essere in contrasto con lo Statuto dell’Associazione).

· Ogni sezione, conoscendo meglio di altri la propria realtà didattica e i bisogni formativi e le esperienze dei propri soci, ha, com’è naturale, una sua “vita” autonoma e si organizza in proprio, salvo essere disponibile alla collaborazione con gli organismi dell’Associazione (Consiglio Direttivo, Gruppi di lavoro) e con le altre sezioni.

Ogni sezione poi elegge democraticamente un “Segretario di sezione”. Periodicamente i segretari di sezione si incontrano per discutere dei problemi comuni e particolari dell’Associazione, della scuola (didattica e docenti), delle sezioni.

Torna suTorna su